• Cerca
  • Lost Password?
  • Lost Password?

Tregua nell’ambra – Ilaria Goffredo

Sono venuto a conoscenza di questo romanzo perché contattato direttamente dall’autrice. Ilaria Goffredo è una scrittrice emergente talmente esasperata dalle ingiuste politiche editoriali del nostro paese – le quali rendono quasi impossibile veder pubblicato il proprio libro da case editrici medio-grandi senza conoscenze o costose “agenzie letterarie” – che ha preso una decisione drastica e, per certi versi, molto coraggiosa: ha deciso di distribuire il proprio romanzo in forma totalmente gratuita. Incuriosito da questa iniziativa di protesta e dalla trama del libro, l’ho scaricato e fatto balzare in cima al mio elenco di lettura.

E’ il 1943. Sullo sfondo della seconda guerra mondiale si muove Elisa, una diciottenne che vive in una cittadina della Puglia, Martina Franca, in pieno regime fascista. La sua vita fatta di stenti, fame e terrore, viene illuminata il giorno in cui incontra per la prima volta il figlio di una sua vicina di casa, Alec, e da quel momento cambierà per sempre. Una storia d’amore sbocciata spontaneamente ma che dovrà, loro malgrado, dipanarsi tra le infide maglie degli orrori del fascismo: dai soprusi quotidiani da parte delle Camicie Nere a cui la popolazione è costretta a sottostare, ai bombardamenti degli alleati; dai moti di ribellione fino a toccare l’agghiacciante vita – se di vita si può parlare – all’interno dei campi di lavoro.

Del libro ho particolarmente gradito la dovizia di particolari e la precisione nella collocazione storica delle vicende, il che riflette un lavoro di studio pregresso che credo sia stato notevole. La scrittura è pulitissima, a volte forse un po’ troppo asettica e fredda (specialmente considerando il fatto che il punto di vista è quello di una giovane ragazza), ma piuttosto efficace. Ilaria ha ottime capacità figurative e in molti casi, leggendo una qualsiasi descrizione (un sentimento, un ambiente, un avvenimento o anche una semplice sensazione), è riuscita a trasmettermi un forte senso di tangibilità che ha aiutato ulteriormente l’immersione nel mondo da lei creato. Aggiungeteci poi una storia ben congeniata e in grado di stimolare l’interesse del lettore grazie ad alcune svolte innescate con apprezzabile maestria, e una buona caratterizzazione dei personaggi.

Un libro che vi consiglio senza dubbio di leggere, perché parla di un’Italia il cui ricordo non dovrebbe mai sbiadire nelle nostre menti, ed è scritto con una passione e un impegno davvero genuini. Per scaricarlo vi basta visitare il sito ufficiale e scegliere la versione che preferite (PDF, ePub e MOBI).

tregua_nell_ambra

Condividi
Recensione di
Simone Fracassa

Mi chiamo Simone (per gli amici Darsch), faccio lo sviluppatore web, sono appassionato di informatica, cinema, videogiochi e fotografia, e mi dilett(av)o a suonare la batteria. La lettura è un bisogno primario, un po' come respirare. Non esco mai senza il mio Kindle, di cui sono un fanatico dagli albori, e un qualsiasi strumento - generalmente un paio di cuffie e del buon heavy metal - che possa essere utilizzato per isolarmi dal mondo esterno e infilarmi nel mio infundibulo cronosinclastico (grazie Vonnegut, di tutto). Più che leggere mi immergo nella lettura: mi piacciono i dettagli e i particolari, rileggo spesso lo stesso paragrafo più volte se è sufficientemente intenso e in definitiva adoro perdermi tra le volute di immagini e sensazioni scaturite da quelle pagine. Sono convinto che la potenza di un buon libro sia tutta in quel piccolo, impercettibile attimo di smarrimento che si prova chiudendolo e tornando alla realtà.
Sono aperto e disponibile a qualsiasi genere, ma i miei amori indiscussi sono il fantasy (quello vero, massiccio, epico: Jordan, Erikson, Sanderson), la fantascienza d'autore e la saggistica scientifica.
A volte attraverso dei periodi nostalgici e mi dedico alla rilettura dei miei libri preferiti, a discapito di eventuali nuove, meritevoli scoperte. Ma che ci volete fare, la memoria col tempo gioca brutti scherzi e alcune storie meritano di essere rispolverate ciclicamente, perché è giusto che facciano sempre parte della tua vita.

Sito web: www.darsch.it
Twitter: @darsch

Vedi tutti i post
Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

1 commento
Recensione di Simone Fracassa

Slider by webdesign