Reginald e Tina – Ho un giocattolo nuovo! – Mo Willems

Ho adorato questa storia – e con me, mio figlio – per il suo modo semplice e diretto di raccontare la gelosia di possesso, il desiderio di condivisione, la rabbia cieca e il perdono lungimirante.

Mi sono divertito a leggerlo ad alta voce imitando Tina e Reginald alle prese con un giocattolo nuovo, tanto bello quanto enigmatico. La messa in scena senza uno sfondo che possa distogliere l’attenzione, focalizza la narrazione sui suoi protagonisti. Ci sono poi delle scelte grafiche che danno ampio respiro a situazioni di grande pathos e sentimenti ingombranti.

La scenetta segue il suo corso con una prevedibilità confortante e mai banale che permette ai più piccoli di immedesimarsi vuoi con Tina vuoi con Reginald. I dialoghi sono ben misurati e permettono una memorizzazione utile al gioco di ruolo; con mio figlio ci siamo ritrovati nei panni dei due amici a recitare la parte della maialina offesa e dell’elefante costernato in uno scambio di battute davvero divertente.

Il libro ha riscontrato un notevole successo in casa mia, tanto che anche altri famigliari si sono cimentati nella lettura di Ho un giocattolo nuovo! con grande slancio e gran divertimento del piccolo lettore in erba; solo il cane sembra non aver gradito ma forse non aveva ben compreso le intenzioni del marmocchio che rincorrendolo e sventolando il libro con la costina rigida gli urlava “Tu fai Reginald!”.

Straconsigliato a chi vuole leggere e divertirsi con l’interpretazione e insegnare il concetto che è bello condividere i giocattoli ma ancor meglio condividere il gioco.