• Cerca
  • Lost Password?
  • Lost Password?

Racconti Immaginari #8: Winner’s Time!

Buongiorno cari lettori!
È ora di svelare la classifica di questa anomala e anarchica puntata di San Valentino, e spedire l’agognato premio al meritato vincitore.

Come sapete, è stato messo in palio questo libro, per dar spazio, una volta tanto, ad una storia d’amore con la A maiuscola. Ne abbiamo parlato e riparlato, perciò, se ancora non avete letto le nostre recensioni al riguardo, rimediate cliccando qui e qui!

Inoltre, come sempre sapete, abbiamo fatto sì che questa edizione dei Racconti Immaginari abbandonasse ogni regola e ogni parvenza di decenza, per celebrare, per una volta, l’amore sarcastico scettico e cinico.

Quindi, bando alle ciance, eccoci al dunque.

E dato che questa è stata una strana edizione, proclamo a pari merito due storie al terzo posto, e concedo due medaglie di bronzo (in barba alla crisi)!
Lady Cooman, ci ha portato col suo racconto, in un’atmosfera da San Valentino da brivido: ristoranti deserti il 14 febbraio? Ok l’anticonformismo, ma almeno i camerieri o il cuoco uno si aspetta di trovarli in un ristorante, no? 

Eleonora invece, sembra essere stata la protagonista di una di quelle scadenti commedie romantiche, che vedono una protagonista sfigata alle prese con l’oca di turno! Hai tutta la nostra simpatia Eleonora, e ci auguriamo che quest’anno ti sia andata meglio!

Sul secondo posto ormai c’è il cartellino “riservato”: VoceLibera e il racconto della sua esperienza, ci fa credere che nel mondo c’è ancora speranza, e che questa nuova generazione di adolescenti non sarà del tutto da buttare… La sensibilità esiste ancora, a quanto pare!

Rullo di tamburi per il primo posto, per la geniale storia di Nonceduesenzat(r)e : la  probabile fine di molti di noi!  Con poche parole è riuscita a farmi ridere e a rendere l’idea del San Valentino più cinico che io abbia mai sentito, perciò sono felice di annunciare che sei il vincitore/la vincitrice (?) del libro “La meccanica del cuore”. Scrivici a questo indirizzo (redazione@lalibreriaimmaginaria.it),e ci metteremo in contatto con te!

Buone cose, gente! Vi lascio con il racconto vincitore e ci vediamo alla prossima!

“14 Febbraio. Sono ferma, pietrificata. Attorno a me fiori ovunque, ghirlande e mazzi di tutti i tipi. Le luci sono soffuse, in lontananza sento l’eco di una melodia dolce e tranquilla. Osservo tutto dal mio bel letto di legno, non sono mai stata così serena.
Non dimenticherò mai il giorno del mio funerale.
(Ah, lui non c’era.)”

Condividi
Recensione di
Trix
Vedi tutti i post
Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

4 commenti
  • Grazie!!! :) E per il resto… hai ragione e anche di più: bambini e ragazzi hanno una freschezza, una capacità, nonostante tutto, di stupirci e commuoverci che è unica. Meno male che ci sono loro! :)

  • Grazie per la medaglia di bronzo!
    Non avrei saputo trovare paragone migliore :) Mi sembrava proprio di essere stata catapultata in un telefilm del genere! Aiutooo :)
    Quest’anno è andato molto meglio per fortuna!

  • ah,cavoli,ma quella sono IO!E pensare che mi sono imbattuta per caso in questo sito.. :) Grazie, non credo di meritarmelo!! (ps. avendo diciott’anni non sono arrivata ad essere ancora così cinica, state tranquilli!)

Recensione di Trix

Slider by webdesign