Per l’amor di un dio – Marie Phillips

E’ Così Carino! capisco che non sia un buon incipit per una recensione seria & accurata (ma quando mai le mie lo sono?!) ma queste sono le prime parole che mi sono uscite appena finito il libro! E vi assicuro che all’inizio non l’avrei mai detto; anzi, non l’avrei detto per una buona metà del libro, che non è neanche tanto breve. Solo che tutta la prima parte mi è sembrata un po’ "annacquata", mentre a me piacciono i libri un po’ più densi e concentrati; ma è piacevole anche quando è così, è il libro ideale per passare un po’ di tempo senza star troppo a pensarci su.

Poi la narrazione fa un balzo, grazie a una o due idee in più, non
proprio una svolta sorprendente ma quantomeno i tempi si stringono. Rimane un libro leggero, scorrevole, a tratti divertente, comunque piacevole.

E adesso, diamo un’occhiata alla storia, is that ok?
Gli Dei dell’Olimpo (sì, proprio loro: Apollo, Artemide, Afrodite, etc.) sono arrivati ai giorni nostri: stanchi, un po’ esasperati, cercano di adattarsi alla Londra del XXI secolo e al fatto che i loro poteri stiano piano piano diminuendo senza che loro ne capiscano il perchè.
Saranno necessari alcuni piccoli eventi e false coincidenze perchè la vicenda faccia una capriola e cambi diametralmente: uno scherzo riuscito a metà,  una freccia di Eros, la ragazza delle pulizie con l’uomo che la ama, e un viaggio negli Inferi (la cui descrizione, per esempio, è veramente interessante).
Curiosi? dovreste esserlo.

Detto ciò, io questo libro lo consiglio: per svagarsi per qualche giorno, per lasciar volare i pensieri, per rispolverare la cara vecchia Mitologia greca, e per ridacchiare anche un po’.

Enjoy!