Notizie da un’Isoletta – Bill Bryson

In questa vita, poche sono le certezze; nella mia in particolare, ce ne sono alcune… tra cui: i racconti di viaggio, quelli di Bill Bryson in particolare, e la Gran Bretagna. Vi immaginate cosa ho provato quando ho trovato un libro che le racchiude? Ecco, bravi.

Questo è esattamente il fulcro della storia che vi sto presentando: un giro, in puro stile Bill Bryson, in giro per alcune località poco conosciute della Gran Bretagna. Ci sono comunque alcuni punti cardine più famosi: Londra, Manchester, Dover. Ma dentro, nel cuore vero della storia, ci sono posti come Wigan (amore mio, una delle mie cittadine preferite al mondo), Llandudno (non è un errore, è in Galles), Egham, Bournemouth, Mudeford, Bradford, Salisbury; già solo a scriverli mi commuovo. Bryson gira come se fosse un ragazzino in un negozio di giocattoli: a caso, senza punti fissi a parte una vaga idea di percorso da fare, di cose da vedere. Poi, come un ragazzino, finisce nei guai: cammina sotto la pioggia e sull’orlo dei dirupi perché ha deciso di percorrere un pezzo di costa britannica a piedi, sulle tracce di un libro; finisce in una zona di addestramento militare cercando la casa di un pazzoide affascinante; si perde tra paesini scollegati tra loro come se fossimo nel Medioevo; poi torna a casa… e riparte.

Bryson mi piace per questo: non si ferma e non si scoraggia davanti a nessuna disavventura, prende e parte senza preoccuparsi di prenotare, seguendo la scia di cose che ha letto o di persone che ha sentito nominare, oppure semplicemente va a far visita ai suoi ricordi. Ed in ogni situazione trova qualcosa da ridere, nonostante il freddo, il cibo scandente, albergatori malvagi e palazzi abbandonati.

Ed ogni volta, inevitabilmente, mi prende l’irresistibile voglia di prendere uno zaino e corrergli dietro.

Venite con me?