• Cerca
  • Lost Password?
  • Lost Password?

Les Revenants – Seth Patrick

Les Revenants, dal francese “quelli che ritornano” è il titolo perfetto che da il nome ad una serie televisiva francese del 2012 (arrivata in italia sono nel 2014) e che a breve vedrà sugli schermi la seconda stagione.
Da sempre tentata nell’iniziare la serie (l’ennesima nella mia già troppo lunga lista personale!), ho letto invece il libro che da questa ne è tratto: infatti Les Revenants è una sceneggiatura originale di Canal + scritta da Fabrice Gobert che a sua volta ha tratto ispirazione dal film di Robin Campillo del 2004.
Un’idea forte che circolava da qualche anno e che alla fine è stata impressa su grande e piccolo schermo e infine anche su carta.

In un piccolo paese confinante con una diga e un bosco, un giorno come un altro, alcune persone morte durante gli anni ritornano a popolare le strade della cittadina.
Non pensate però alla classica mano di zombie che spunta dalla terra umida o all’immagine dei non-morti alla quale ci siamo abituati con The Walking Dead e similari; qui le persone ritornano come se 566-4784-6_3afa83d2992585ab6dc187e61880cbafnon fossero mai morte: non ricordano niente, per loro è ancora l’ultimo giorno che hanno passato sulla terra e si comportano come se niente fosse successo.

Provate ad immaginare di tornare a casa e trovare vostra figlia, morta due anni prima in un incidente stradale, che sta amabilmente apparecchiando la tavola per la cena scusandosi di non aver chiamato per il ritardo; oppure immaginate di rivedere all’improvviso l’amore della vostra vita, morto poco prima di convolare a nozze, tornato proprio quando la vostra vita aveva ripreso a scorrere in serenità.

Allucinazioni collettive? O magari è semplicemente arrivato il tanto atteso giorno del Giudizio Universale? Questo non è dato saperlo ancora: il libro segue la traccia della serie tv, facendoti sobbalzare di paura di tanto in tanto nell’attesa febbrile di scoprire cosa sta davvero succedendo.
Ma come in tutte le serie tv che si rispettino, la prima stagione è solo un pozzo nero che non porta a nessuna soluzione del quesito ma solo tante, tante domande che avranno risposta (forse) nelle 8 puntate della seconda stagione, iniziata il 29 settembre su Sky Atlantic.

Se siete curiosi, vi lascio con il trailer ufficiale della prima stagione.
Per quanto penso proprio che dopo aver letto la prima stagione, proseguirò vedendola sul piccolo schermo. Vi farò sapere dell’esperimento!

Condividi
Recensione di
Sara D'Ellena

«La mia intenzione è raccontare una storia: in primo luogo perché la storia viene da me e vuol essere raccontata.» Philip Pullman.
Raccontare storie e costruire librerie (immaginarie ovvio!) è la mia passione e la mia unica missione.

Vedi tutti i post
Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Recensione di Sara D'Ellena

Slider by webdesign