• Cerca
  • Lost Password?
  • Lost Password?

Le ho mai raccontato del vento del Nord – Daniel Glattauer

Era da tanto che non finivo un libro in una giornata. Soprattutto dopo che solo ieri mattina ho finito una storia che non volevo venisse soppiantata subito da un’altra. Allora mi sono presa una pausa dal mondo dei libri per il resto del 1° Maggio, e oggi, mentre aspettavo l’auto per andare a lezione, ho cominciato Daniel Glattauer e il suo Vento del Nord.

Una storia d’amore casuale, cominciata con una mail mandata per errore all’indirizzo sbagliato -che non poteva rivelarsi più giusto. Una donna, Emmi, e un uomo, Leo. Due sconosciuti che si conoscono grazie alla disdetta dell’abbonamento a un giornale che lei fa per conto di sua madre. Iniziano a parlare di niente, di tutto, a conoscersi, a trovarsi, a scoprirsi, costantemente coperti dalla domanda: ci incontreremo mai? Una storia d’amore virtuale ai tempi di Internet, che però non ha nulla da invidiare alle classiche lettere d’amore scritte dagli amanti di una volta. Due anime che si scontrano on line, e che virtualmente costruiscono qualcosa che sarà di cruciale importanza nella loro vita.

Non posso svelarvi altri dettagli della trama, rischierei di rovinarvi la lettura, che consiglio ai romanticoni, per sognare un (altro) po’; a quelli che la testa tra le nuvole non la mettono da tanto, così da fargli ricordare che c’è un mondo di possibilità astratte dietro alla concretezza estenuante della quotidianità; a quelli che sono innamorati e a chi ha voglia di innamorarsi.

Questa storia mi ha fatto venire voglia di ricominciare a scrivere lettere d’amore al mio fidanzato, e sfido chiunque a non avere lo stesso impulso: vedrete, che se/mentre leggerete il romanzo di Glattauer, vi ritroverete il cellulare in mano, mentre scrivete non sapete nemmeno voi cosa o a chi.

Parole dolci, sarcasmo, stuzzicanti prese in giro, litigi, seri problemi. Una storia d’amore in piena regola e in sole 192 pagine.

Condividi
Recensione di
Trix
Vedi tutti i post
Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

9 commenti
  • Oh che bello!!!! La storia con mio marito cominciò su internet, quando casualmente arrivai al suo blog e lascia un commento!!!!! E quante email ci siamo scritti e tutt’ora gli scrivo lettere d’amore!!! Cerco questo libro e poi ti dico che ne penso. Le storie d’amore fanno sempre bene!!!!!!!!!!!!

    • Devo avvisarti però, che Glattauer è talmente leggero che anche se sembra che non lo senti, crea dipendenza! E devo anche avvisarti che c’è un seguito (io mi sono fiondata in libreria a ordinarlo appena finito!)
      Evviva le storie d’amore, buona lettura!

  • libro assolutamente affascinante e coinvolgente, per la scrittura, il ritmo, l’accuratezza con cui i protagonisti vengono man mano definiti e descritti attraverso le loro stesse parole… ho subito acquistato il seguito..

  • […] Le ho mai raccontato del vento del nord – Daniel Glattauer: il maestro delle storie d’amore non poteva mancare in questa lista di libri a tema. Una storia d’amore che nasce per caso, un amore nato virtualmente come succede sempre più di frequente ultimamente. Non vi è mai capitato di prendervi una cotta per il vostro amico di tastiera? Consigliato a chi vive nella normalità ma crede sempre che qualcosa di speciale arrivi prima o poi. […]

  • Ahhh ma quindi esiste un seguito di questo libro??
    Mi mancava, accidenti a me… l’ho letto proprio ieri, in una mezza serata, al volo proprio e mi è piaciuto un bel po’.
    Come detto nell’altra recensione, non è un capolavorone, ma senza perdersi in lungaggini alla Beautiful, illustra in modo credibile due personaggi piacevoli capaci di rendersi conto di cosa stanno vivendo e capaci di analizzarlo anche mentre sono troppo coinvolti per essere lucidi a sufficienza.
    Lei, nello specifico, non si rende conto di essere in realtà insoddisfatta, continua a millantare una serenità di coppia che crede di vivere, lui cerca di farle ammettere che manca qualcosa nella sua vita perché si senta talmente coinvolta dalle loro conversazioni, eppure Emmi non sa rendersene conto finché Leo non la lascia ‘sola’ per alcuni giorni senza email.
    E il finale?
    prova spoiler

    • continua…
      Il finale offre il quadro di una riflessione molto realistica su una situazione come la loro.
      Nello specifico, il dubbio di come possa proseguire tutto, dopo aver dato una dimensione reale ad una relazione nata e cresciuta in una condizione di lontananza.
      Tematica molto interessante, ho apprezzato tanto!

Recensione di Trix

Slider by webdesign