La ragazza dai capelli di fiamma – Carolina de Robertis

La ragazza dai capelli di fiamma è un titolo completamente fuori luogo per il romanzo che in lingua originale si intitola Perla come la protagonista della storia. Ci ho pensato e ripensato ma non capisco il motivo per un cambio così radicale del titolo che se non fosse stato un regalo di Natale, mi avrebbe impedito di leggere questo romanzo.

La storia di Perla è una storia dura, una storia che conosciamo poco, che vogliono farci conoscere poco. Riguarda un periodo buio dell’Argentina, dove le persone sparivano nel nulla, si dissolvevano all’improvviso, desaparecidos.

Perla è sola a casa quando appare un uomo dal nulla nel salotto di casa. E’ un uomo che gronda acqua e che emana un olezzo terribile. E’  nudo e Perla non ha idea di come si sia materializzato in casa sua visto che porte e finestre non mostrano segni d’effrazione. All’inzio si fa fatica a pensare a questo tizio bagnato (e che non accenna nè a vestirsi nè ad asciugarsi) nel salotto di una casa per bene ma si fa ancora più fatica a capire la reazione o meglio la non reazione della ragazza.

Poi però il racconto prende una piega diversa. E’ come alzare un tappeto e scoprire tanta polvere e sporcizia, spazzata lì sotto da qualcuno che credeva di aver pulito.
Esattamente come la vita della giovane protagonista: ottimi voti all’università, una famiglia a modo, una bella casa, tanti amici.

: Ma  non si prò nascondere tutto sotto un bellissimo tappeto lo sporco della Storia torna fuori e il periodo buio di un paese, si lega a stretto giro con la vita della sempre più confusa Perla.

Chi è quest’uomo comparso dal nulla? Chi è veramente Perla? E che c’entra suo padre ex generale della marina?