La libreria solidale: la pina per sos villaggi dei bambini

Natale è passato ma chi è buono dentro resta.
Come La Pina, rapper “giusta” dal cuore d’oro che da anni, insieme a Diego ed a La Vale, rende le nostre giornate meno grigie grazie a quel calderone di follia e genialità che è Radio Deejay.

La Pina è la classica persona che gli scettici e gli ignoranti (termine da leggere letteralmente) non calcolerebbero minimamente: tatuaggi ovunque, marito più giovane, avvocato delle cause perse e folle fino al midollo (anche se lei dice di essere una vecchia dentro). Ma non tutti sanno che il numero dei sui tattoo non si avvicina minimamente alla grandezza del suo cuore.

La Pina è una tosta e da anni è portavoce di alcuni dei più grandi problemi sociali di questo Paese: l’accoglienza e la qualità di vita dei bambini orfani e disabili, i diritti delle coppie gay e le adozioni da parte di coppie non riconosciute dallo stato italiano. Con il sorriso sulle labbra e tanta fiducia verso il genere umano, La Pina ha sempre cercato un aiuto concreto da tutti noi sia nel costruire e mantenere le case di SOS Villaggi Dei Bambinisia per combattere quelle forme insulse e subdole di discriminazione verso chi si ama DAVVERO.La-Pina-per-il-Villaggio-SOS-in-Perù

Attraverso un’immagine, un sms, un bonifico di qualche euro o solamente il passaparola possiamo aiutare tante persone (più o meno grandi) che nella vita non hanno ricevuto l’amore che forse noi diamo troppe volte per scontato.
Ora possiamo fare altro per aiutare La Pina nella sua battaglia (che poi è quello che ci riesce meglio): comprare un libro, più precisamente “Il pianeta dei calzini spaiati”!

Partendo dalla metafora dei calzini spaiati (problema presente nelle case di TUTTI gli italiani) e con l’innocenza di un bambino La Pina racconta di un pianeta in cui i calzini soli trovano l’amore, senza più la costrizione di passare la vita accoppiati con chi non si è scelto. La storia è breve e viene agregiamente rappresentata dalle illustrazioni di Irene Frigo, permettendo ad una storia così profonda e carica di significato di essere compresa e metabolizzata da grandi e piccini.

Noi de La Libreria abbiamo scelto di appoggiare questo progetto solidale (in attesa che La Pina stessa passi da queste parti per dar voce a queste pagine) al fine di dare spazio a grandi tematiche di attualità e di far aumentare il più possibile le vendite di questo GRANDE libricino.

Devo ricordare che TUTTI i proventi del libro saranno devoluti a “Sos Villaggi dei Bambini” o vi avevo già convinto prima?