I Duellanti: da Joseph Conrad a Riddley Scott

Chi ha detto che i bei film basati sui bei libri sono solo quelli appena usciti al cineI Duellanti: da Joseph Conrad a Riddley Scottma?
Ridley Scott ( proprio lo stesso di "Blade Runner" e "Alien") il regista di "The Duel", con un giovane Harvey Keitel nei panni del collerico ufficiale Gabriel Férraud. Il film, del 1977, fu il primo girato da Scott, tanto magistralmente che gli valse un premio speciale al festival di Cannes personalmente presieduto da Rossellini e un David di Donatello.
Parlare del film e del romanzo, in questo caso, uno dei pochi casi, significa parlare per entrambi con assoluta equivalenza.

Il racconto di Conrad, del 1907 e ambientato nei primi anni dell’età Napoleonica, è snello, agile a leggersi in poche ore, ore che scorrono dense di suspance e ricche di emozionante tensione. Uno stile pulito, gioviale, che risente della scrittura semplice ed efficace dei romanzi di letteratura per ragazzi. Un duello infinito quello che lega un tenente degli Ussari con un ufficiale morbosamente orgoglioso.
Un finale inaspettato, emozionante. Una storia  sull’onore e sulla lealtà, che assurge al livello di paradigma universale senza il bisogno di occupare pagine e parole infinite.