Ehi, prof! – Frank Mccourt

Frank McCourt torna a parlare di sé.
Stavolta nelle vesti – a volte strette e raffazzonate, altre disegnate a pennello – di professore.
Prof, per gli amici.
Con il piglio tragicomico che tanto me lo ha fatto amare, ci racconta le sue vicessitudini da studente, prima, da supplente, poi, per sfociare in un tripudio di creatività pedagogica.

ehi prof

Tenere il timone di una classe é compito arduo?
Mai come fare lo scaricatore al molo.
Imparare la vita sui libri é una fregatura (oltre che una noia)?
Provateci voi a far innamorare la tipa dei sogni senza citare un classico.
I pro e i contro di una vita agguantata con la forza della disperazione  vengono narrati con la tipica impronta affabulatoria di McCourt.
Poco importa che non sia più il bimbo de “ Le ceneri di Angela” o lo scapestratomick sbarcato in America.
Il cuore Irlandese batte forte e fiero nella penna dello scrittore.
Esalta pregi e ridicolizza le pecche di un retaggio stringente.
Formula collaudata quindi:
– aneddoti esilaranti
– sfighe incredibili
– fortune mal comprese
– senso di colpa galoppante
Il resto é un ritmo impareggiabile, vero marchio di fabbrica di chi, come il nostro Frank, vive la vita con lodevole perseveranza.
(ad avercene di prof così!)