Il baule dei ricordi di carta #17 – Quando Hitler rubò il coniglio rosa, Judith Kerr

Dopo una piccola pausa, torna il Baule contrassegnato da un numero che in metà del mondo porta sfortuna e nell'altra metà no, per parlare di un libro che mi è molto caro. Avrei voluto pubblicare questa recensione nel Giorno della Memoria, lo scorso 27 Gennaio, ma dopotutto forse è meglio così: ogni giorno è buono per ricordare. Questo è uno dei libri che ho letteralmente consumato, a furia di...

Il baule dei ricordi di carta #16 – Il buio oltre la siepe, Harper Lee

Questo libro, pur non essendo di certo un romanzo per l'infanzia, è certamente nei ricordi di quasi tutti noi. Verso la fine delle scuole medie o nei primissimi anni delle superiori era una lettura caldamente consigliata, capace di suscitare sentimenti contrastanti nei più. Molti si facevano scoraggiare dal fatto che fosse un libro "lungo" (tranne quelli come me, che invece preferivano i mattoni...

Il baule dei ricordi di carta #15 – The snowman, Raymond Briggs

Tenete a portata di mano i fazzoletti di carta, perché questa puntata del Baule sarà davvero strappalacrime. Volevo parlare di un libro sul Natale, dato che mancano pochissimi giorni e ormai anche i più cinici si stanno un filino lasciando conquistare, ma non sarei io se non ci infilassi quella nota malinconica che mi appartiene anche quando faccio la fila al McDonald per comperare le patatine...

Il baule dei ricordi di carta #14 – Matilda, Roald Dahl

Parlare di Roald Dahl e di Matilda, quando si racconta la letteratura dell'infanzia e in particolar modo degli anni in cui noi siamo stati bambini, è quasi inevitabile. Quasi tutti noi lo abbiamo letto, e quasi tutti ci siamo riconosciuti - o abbiamo solo sperato di farlo - in quella ragazzina bassa coi capelli lunghi e il naso sempre infilato tra le pagine di un libro. La trama è nota a tutti...