Archivio della categoria: Il baule dei ricordi di carta

Il baule dei ricordi di carta #20- Cipi’, Mario Lodi

Da quando sui social sta girando la catena dei Dieci Libri, mi sono messa a pensare quale fosse in assoluto il primo da mettere in classifica per ordine cronologico, e subito mi sono ricordata di libercolo che la mia maestra di italiano ci aveva fatto leggere in prima o seconda elementare. "Cipì" è stato scritto e illustrato a molte mani dal maestro Mario Lodi e dai i suoi giovani studenti della scuola di Vho di Piadena che raccontano in un piccolo romanzo di formazione le avventure di un passerotto desideroso di conoscere il mondo, della sua compagna Passerì e di varie figure tra cui un gatto e una margherita - poeta, immersi in una natura autentica e fremente che non è solo la cornice Leggi tutto

Il baule dei ricordi di carta #19 -Il giardino segreto, Frances H. Burnett

Un giro nella mia libreria preferita e, capitata davanti alla sezione ragazzi, finisco ad ammirare la nuova collezione dei classici BUR, dalle copertine ruvide a sfondo bianco e dai titoli colorati con font handwriting: una delizia. A casa con me è venuto Il giardino segreto, un libro che non ho idea se avevo letto davvero, se lo avevo sentito raccontare o se avevo semplicemente visto la trasposizione in tv. E' una di quelle storie che conosci, che come proprio una pianta, ti è cresciuta dentro, germogliando e lasciandoti quella sensazione di familiarità. Tutti conoscente la storia di Mary, ragazzina scontrosa che si ritrova improvvisamente orfana in un paese a lei straniero e dove il Leggi tutto

Chine immaginarie #6 – Principessa Mononoke, Hayao Miyazaki

Nel 1997 usciva uno dei film più celebri del fumettista, animatore, sceneggiatore, regista e produttore giapponese di anime Hayao Miyazaki (Tokio, 1943): La principessa Mononoke (もののけ姫) . Autore di fama internazionale, grazie anche all'Oscar vinto nel 2003 per il film La città incantata ed al Leone d'Oro alla carriera ricevuto a Venezia nel 2005, Miyazaki è anche cofondatore dello Studio Ghibli insieme al collega Isao Takahata. Il film La principessa Mononoke è arrivato in Italia solo nel 2000. Nel Giappone del 1500, una piccola comunità di Emishi riesce ancora a mantenersi indipendente dal potere imperiale e conduce una vita tranquilla. Il giovane principe del clan, Ashitaka, Leggi tutto

Il baule dei ricordi di carta #18 – Il Piccolo Principe, Antoine De Saint-Exupéry

"Il libro più venduto al mondo", questa è la prima frase che si può ricollegare al piccolo capolavoro di Saint-Exupéry. Il libro più tradotto, più citato, più rappresentato e anche più criticato - ho perso il conto di quanti lo hanno definito, nell'ordine, "buonista, banale e decisamente sopravvalutato". Fatto sta che, lo si ami o lo si odi, lo abbiamo letto praticamente tutti. In realtà, c'è molto poco buonismo nel Piccolo Principe. Sonda l'animo in profondità, prova a illuminarne i lati più bui, non ha un cosiddetto lieto fine. Se non si tratta di una vera e propria favola nera - troppo lieve e delicata per esserlo - è decisamente una favola blu notte, con risvolti cupi e malinconici Leggi tutto

Il baule dei ricordi di carta #17 – Quando Hitler rubò il coniglio rosa, Judith Kerr

Dopo una piccola pausa, torna il Baule contrassegnato da un numero che in metà del mondo porta sfortuna e nell'altra metà no, per parlare di un libro che mi è molto caro. Avrei voluto pubblicare questa recensione nel Giorno della Memoria, lo scorso 27 Gennaio, ma dopotutto forse è meglio così: ogni giorno è buono per ricordare. Questo è uno dei libri che ho letteralmente consumato, a furia di portarlo con me ovunque. Mi prendo delle cotte incredibili per i libri così come accade per le persone, quando succede non riesco a staccarmene neanche per un minuto, li voglio con me sempre. Possedevo proprio la prima edizione BUR, ereditata da mia mamma, quella con la copertina gialla e il disegno Leggi tutto

Slider by webdesign