Avevo solo una manciata di stelle – Carola Vannini

Rubacuore o come lo chiamano tutti Ruby è un cane che ha vissuto per 8 lunghissimi anni in canile, è cresciuto lì, cucciolo di appena 5 mesi ed ha trascorso parte della sua esistenza chiuso nel suo box o cubo come lo chiama lui.

Si perché è lui che ci racconta la sua storia attraverso la penna di Carola Vannini, “la sua umana”, colei che ha pensato di scrivere la a vita di Ruby fino al giorno della sua liberazione dal canile. Che non è altro che un carcere fatto di innocenti, i quali non comprendono il motivo per cui debbano restare rinchiusi, perché non possono più giocare all’aperto,ma soprattutto correre fino a perdere il fiato, rotolarsi nel fango e bearsi del cielo!! Tutte cose che Ruby riscopre il giorno in cui una volontaria entra nella sua cella e lo fa uscire , dandogli l’opportunità di rinascere.download

Un libro tenero, che allo stesso tempo fa rabbia per come l’uomo tratta degli esseri così indifesi. Ho pianto come una matta, forse perché avendo a casa due cani, ho immaginato i miei pelosi in canile ed è stato orribile.

E’ un libro sulla speranza, Ruby non si è arreso ed anche noi difronte alle avversità dovremmo combattere e crederci, certo non è facile, ma bisogna provarci. Per dare speranza a chi il suo lieto fine non l’ha ancora trovato, si è messo in gioco. Dal 2008 è diventato presidente dell’associazione Secondazampa, che si occupa di animali in cerca di adozione.

Questo libro inizialmente è stato autoprodotto dall’autrice  ed è diventato un caso letterario tramite passaparola via web, da qui la Sperling ha deciso di ripubblicarlo e a quanto pare con un certo successo. Molte scuole elementari hanno fatto leggere questo libro ai propri bambini proprio per il significato educativo che un cane, un gatto o qualsiasi animale non è un oggetto,ma un essere vivente che ha una propria dignità ed ha il diritto di vivere degnamente la sua vita.