L’anno della lepre – Arto Paasilinna

Quando la calura estiva incalza e le vacanze sono ancora un miraggio, non c’è nulla di meglio di un libro ambientato in Finlandia, e in particolare in quelle fredde regioni della Lapponia dove ad agosto cade già la prima neve. Complice anche una copertina naïf in cui prevale un bel colore di verde brillante, la mia prima lettura estiva del 2017 è un romanzo di Arto Paasilinna (Kittilä,1942)...

Il tempo materiale – Giorgio Vasta

Nella Palermo del 1978, complice l'eco mediatica del rapimento​ di Moro, tre preadolescenti decidono di emulare le BR; a tal scopo si assegnano pseudonimi e inventano non solo un dizionario figlio della cultura pop del momento ma anche una logica che giustifichi la violenza e le vittime delle loro azioni, ricordando bispensiero e neolingua orwelliani. É un romanzo che usa il linguaggio come perno...

angolo del mondo

L’angolo del mondo – Mylene Fernandez Pintado

L'universalità dei sentimenti è quello che rende la lettura un'esperienza unica. Prima o poi, tra le decine di libri che leggiamo, c'è sempre quel paragrafo che sembra scritto da noi, quel personaggio che conosce esattamente quello che proviamo. C. S. Lewis scriveva "Leggiamo per scoprire che non siamo soli" e, aggiungo io, per ricordarci che seppur nella nostra incredibile diversità siamo tutti...

Chine immaginarie#59 -Le cose così – Labadessa

Quando quel che ci accade non ha una spiegazione, quando veniamo travolti dagli eventi, quando ci sembra che il mondo non abbia molto senso e ci viene posta la domanda "come vanno le cose?" la risposta, per inerzia, sarà "le cose? ... così..." L'opera prima di Labadessa, Le cose così, stupisce e convince. Sono stato folgorato dalle sue vignette sferzanti in quel di Facebook e – non essendo nuovo...